Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

SCRISOARE CATRE PAPA FRANCESCO

0 0

save_a_life_logoSUA SANTITA’,

La vita è un dono di Dio, come Lei ci ha sempre insegnato. Solo Dio, qualsiasi nome abbia nelle varie religioni, ha diritto sulla vita. Purtroppo la pena di morte esiste ancora in molti paesi secondo le leggi locali. Ci sono luoghi sulla Terra dove la vita dipende da presidenti, monarchi, legislazioni che si ritengono sopra le regole di Dio. Persone che decidono sulla vita di altre persone.

Attualmente in Malesya è detenuto un giovane rumeno di 23 anni condannato a morte. Il suo nome è Ionut Gologan. Ha trasportato 1 kg di anfetamine per poche centinaia di euro e adesso l’aspetta la pena di morte per impiccagione che sarà eseguita nel mese di agosto 2015. Fra 2 mesi un giovane di 23 anni morirà, condannato in seguito ad un sommario processo. QUESTA CONDANNA A MORTE FERMERA’ LA DROGA OPPURE E’ UN SEMPLICE E PRIMITIVO ATTO DI CRUDELTA’?

Nessuno mette in dubbio la colpevolezza di Ionut Gologan, in primis noi connazionali, per un fatto del genere. La domanda è: possiamo rimanere impassibili mentre un giovane ventenne viene impiccato? Togliere una vita è una soluzione? Quante persone avrebbero il coraggio di guardare negli occhi un giovane mentre è impiccato e dire che è giusto così? Girare lo sguardo d’altra parte ci mette forse l’anima in pace?

Da fonti ufficiali apprendiamo che nel 2015 sono state graziate dal Sultano di Malesya 10 persone, tutte condannate per traffico di droga. Ionut Gologan non ha beneficiato di una vera difesa legale, per lui non è intervenuto nessuno e quindi lui dovrà morire : così dicono le leggi malesyane.

Le Sue parole, Santità, sono ascoltate e riverite in tutto il mondo, indipendentemente della religione. Lei è la persona più autorevole che può intervenire per la salvezza di una vita umana, la vita di un giovane che altrimenti sarà spenta in modo crudele. La parola di Dio che viene ignorata in nome della giustizia umana.

I rumeni d’Italia firmatari della presente fanno appello a Lei, Santità, alla Sua misericordia: Le chiediamo, in nome di Dio e in nome del rispetto della vita umana di inviare una preghiera di clemenza al Sultano della Malesya, l’unica persona che può commutare la pena di morte per Ionut Gologan. Le inviamo i sensi della nostra devozione e confidiamo nel Suo intervento che è l’ultima speranza di vita per questo giovane. Lo aiuti e ci aiuti, Santo Padre, a sperare in un mondo dove l’uomo rispetti sempre e comunque il dono della vita umana.

Che Dio aiuti il nostro fratello Ionut. E che Dio aiuti tutti noi!

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/loquzkfm/public_html/wp-includes/functions.php on line 3813